Categoria: Ambientale, ambiente e beni culturali

0

L’ordinanza di rimozione dell’amianto è legittima anche se rivolta nei confronti del curatore fallimentare

La sentenza del Tar Piemonte 9 maggio 2018 n. 562 allarga il novero dei soggetti destinatari delle ordinanze sindacali contingibili e d’urgenza in materia di igiene e sanità pubblica, adottate a fronte del rischio...

0

“Better” is not necessarily “Green”. La lex specialis non deve essere conforme ai CAM c.d. “premianti”

La Pubblica Amministrazione non è obbligata ad adeguare la lex specialis di una gara affidata tramite l’offerta economicamente più vantaggiosa ai criteri ambientali “premianti” contenuti nei c.d. CAM (criteri ambientali minimi) previsti dal d.m....

0

L’allegazione dell’Attestato di Prestazione Energetica: disciplina comunitaria e sanzioni

Nel 2002 il Legislatore comunitario è intervenuto con l’intento di armonizzare la materia energetica. In attuazione della Direttiva CE 91/2002 relativa al rendimento energetico nell’edilizia, il legislatore nazionale ha dato vita ad un’articolata disciplina...

0

La particolare tenuità del fatto per reati in materia di rifiuti

L’illecito diviene abituale (con conseguente esclusione della punibilità per particolare “tenuità” del fatto) quando l’autore, anche successivamente al reato per il quale si procede, commette altri due reati oltre a quello in questione. Questa...

0

Tariffe per l’incentivazione della produzione di energia elettrica: voce al Consiglio di Stato

La IV Sezione del Consiglio di Stato, in data 25 gennaio 2018, ha risposto all’appello proposto dalla società Agrenergy S.r.l., contro il Ministero dello Sviluppo Economico (difeso per legge dall’Avvocatura generale dello Stato), nei...

0

È legittima una Valutazione di impatto ambientale postuma? La risposta arriva dalla Corte di Giustizia.

La V.I.A. (Valutazione di impatto ambientale)[1]è un istituto di origine statunitense[2], introdotto nell’ordinamento comunitario con la direttiva del Consiglio n. 85/337/CE[3] . La direttiva ha imposto agli Stati Membri l’introduzione nell’ordinamento nazionale di una...

0

L’appaltatore è l’unico responsabile della corretta gestione dei rifiuti derivanti dall’esecuzione del contratto

In tutti i casi di esecuzione di lavori d’appalto, è oramai pacifico che la qualifica di produttore dei rifiuti derivanti dall’esecuzione stessa è riferibile unicamente all’appaltatore, sul quale ricadono i conseguenti obblighi connessi al...

0

Il disastro ambientale non abroga il disastro c.d. “innominato”

La Suprema Corte saluta il 2017 chiarendo definitivamente i rapporti tra il delitto di disastro ambientale ex articolo 452-quater del codice penale[1] ed il cosiddetto “disastro innominato” ex articolo 434, c.p.[2]. La questione, trattata...