Articolo 9 – Regolamento sul geoblocking (UE/2018/302)

Articolo 9 – Clausola di revisione
 

1. Entro il 23 marzo 2020 e successivamente ogni cinque anni, la Commissione riferisce sulla valutazione del presente regolamento al Parlamento europeo, al Consiglio e al Comitato economico e sociale europeo. Nel fare questo, la Commissione prende in considerazione l’impatto complessivo del regolamento sul mercato interno e sul commercio elettronico transfrontaliero, compreso, in particolare, l’onere amministrativo e finanziario supplementare che potrebbe gravare sui professionisti a causa dell’esistenza di regimi diversi di regolamentazione applicabili in materia di diritto contrattuale dei consumatori. Tale relazione, ove necessario, è accompagnata da una proposta di modifica del presente regolamento, alla luce degli sviluppi giuridici, tecnici ed economici.

2. La prima valutazione di cui al paragrafo 1 è effettuata, in particolare, allo scopo di valutare l’ambito di applicazione del presente regolamento, così come la portata del divieto di cui all’articolo 4, paragrafo 1, lettera b), nonché di stabilire se il presente regolamento debba applicarsi anche ai servizi prestati tramite mezzi elettronici, la cui principale caratteristica consiste nel fornire accesso a opere tutelate dal diritto d’autore o altri beni protetti, inclusa la vendita di opere tutelate dal diritto d’autore o altri beni immateriali protetti, e nel permetterne l’uso, a condizione che il professionista abbia i necessari diritti per i territori interessati.

   

Torna all’indice