giovedì, Maggio 30, 2024
Uncategorized

La regione artica: il futuro tra diritto e cooperazione

A cura di Dott. Marco Di Domenico, dottore in Studi Internazionali presso l’Università degli Studi di Napoli “L’Orientale”.

Negli ultimi anni, l’Artico è al centro del dibattito mondiale a causa delle ingenti risorse energetiche e minerarie. Inoltre, la rapidità dello scioglimento dei ghiacciai perenni sta aprendo nuove rotte navigabili nel Mar Glaciale Artico, rendendo, così gli scambi commerciali più appetibili, meno rischiosi e meno dispendiosi.
Il presente lavoro si propone di definire cosa si intenda per “regione artica”. Dapprima, si condurrà un’analisi geografica per delineare le problematiche geomorfologiche del territorio, a cui sono connessi i dibattiti dottrinari circa il regime giuridico da applicare all’Artico. In effetti, l’obiettivo sarà dimostrare come le relazioni artiche non avvengano in un vuoto giuridico. Inoltre, si ricostruirà il processo storico per comprendere le dispute territoriali artiche nonché per comprendere in che modo, e in che misura, si possa parlare di una governance artica.
Ancora, l’analisi in oggetto mira ad analizzare i profili problematici del confronto tra gli Stati della regione in questione. Nel dettaglio, si analizzerà il ruolo della Convenzione delle Nazioni Unite sul diritto del mare del 1982 e relativo dibattito dottrinario, specie in riferimento alla delimitazione della piattaforma continentale e all’istituzione della zona economica esclusiva. Inoltre, saranno discussi le relazioni diplomatiche che intercorrono tra gli Stati costieri e territoriali dell’Artico alla luce dell’adozione della Dichiarazione di Ilulissat del 2008.

Scarica il contributo completo

* Il presente articolo scientifico è stato sottoposto a referaggio ai sensi dell’art. 3 del Regolamento della Rivista e pubblicato nel Numero 1/2019 della Rivista Semestrale di Diritto.

Lascia un commento