domenica, Maggio 26, 2024
Labourdì

Infortunio sul lavoro – L’onere della prova spetta al datore di lavoro.

La Corte di Cassazione si è recentemente pronunciata in materia di infortunio sul lavoro, specificando che l’onere probatorio nel contraddittorio spetti al datore di lavoro. Quest’ultimo è, infatti, tenuto a dimostrare di aver realizzato tutte le misure funzionali e necessarie per assicurare la tutela psicofisica del lavoratore rispetto al singolo caso e, dunque, all’operazione realizzata dal dipendente.

La questione sollevata innanzi alla Corte riguardava l’infortunio subito da un lavoratore sul luogo dove prestava servizio a causa della presenza di acqua sulle scale e sul pavimento.

A seguito dell’infortunio, il dipendente aveva provveduto a proporre richiesta di risarcimento nei confronti della società per cui lavorava. Tale domanda venne però rigettata, non soltanto dal Tribunale di Modena, ma anche in secondo grado. La Corte di Appello di Bologna aveva motivato il proprio rigetto lamentando la mancanza di elementi idonei a comprovare la colpa del datore di lavoro.

La Corte di Cassazione, nella pronuncia n. 10145 del 2017, assume un punto di vista differente contrastando con quanto assunto da i giudici del primo e secondo grado. La suprema Corte, infatti, ritiene che possa ravvisarsi una chiara violazione dell’articolo 32 della Costituzione anche per una condotta omissiva del datore di lavoro. Laddove pertanto i datori omettano di predisporre un accurato piano dei dispositivi di sicurezza, funzionale alla salvaguardia dell’incolumità dei propri dipendenti, realizzano una triplice violazione: non solo del dato costituzionale sù citato, ma anche dell’articolo 2087 del cc. e di tutte le disposizioni anti-infortunistriche disciplinate nel Dlgs n 626 del 94.

Proprio alla luce di tali dati per la Corte di Cassazione è onere del datore di lavoro dimostrare l’interruzione del nesso casuale intercorrente tra la propria condotta e la lesione vantata dal dipendente. Spetta ciò al dirigente dar prova di aver utilizzato tutte le cautele e gli strumenti utili a scongiurare il verificarsi di qualsiasi infortunio sul luogo di lavoro.

Sulla base di tale nuovo principio in termini di onere probatorio la Corte di Cassazione ha rinviato la questione al giudice a quo anche per la determinazione delle spese.

Serena Zizzari

Serena Zizzari é nata a Caserta il 12/03/1993. Ha perseguito i suoi studi universitari presso la Facoltà Federico II di Napoli dove, in data 12/07/2016, ha conseguito la Laurea in Giurisprudenza con votazione 110 e lode. Ha vissuto un' esperienza di studio all'estero attraverso il progetto Erasmus nella città di Siviglia. Praticante avvocato, attualmente frequenta un corso privato di preparazione al concorso in Magistratura e il primo anno della Scuola di specializzazione delle Professioni legali.

Lascia un commento